Archivi tag: infermieri

Spagna – TUTTI per Una!!!

E’ il 16 di Luglio 2009. Muore una bambina ricoverata presso l’Ospedale Gregorio Marañón di Madrid. Il Dir. Gen. rilascia una dichiarazione improvvisata alla stampa, dichiarando che la colpa del decesso era da imputare ad una grave negligenza compiuta da un’infermiera. Subito il Sindacato Infermieristico (SATSE) reagisce denunciando il Dir. Gen. per l’avventata dichiarazione che lede il diritto universale alla legittima presunta innocenza oltre che denigrare l’intera categoria.
Ma il sindacato non si accontenta dell’azione giudiziaria e proclama una mobilitazione in tutti gli ospedali della Spagna per il 23 luglio. In quella data, alle 12, davanti agli ingressi degli ospedali, tutti gli infermieri sono chiamati a manifestare la propria solidarietà alla collega, denunciando le pericolose condizioni in cui si trovano costretti ad operare. In tale occasione verrà letto pubblicamente un comunicato nazionale predisposto dal sindacato.
Gli infermieri hanno risposto alla grande all’appello del sindacato in tutti gli ospedali del Paese, come lo testimoniano le 150 immagini che potete scaricare da questo link
http://www.satse.es/pdf/GaleriaConcentracionesJul09.pdf
e di cui ne riportiamo alcune in questa pagina.
Quanto dimostrato dai colleghi spagnoli ha un profondo significato che forse a noi infermieri italiani sfugge. La capacità di una categoria di stringersi in solidarietà ad una collega che nemmeno conoscono, sia fisicamente che professionalmente.
Il tutto organizzato alla perfezione dai colleghi sindacalisti del SATSE nel giro di soli sette giorni. Hanno saputo diffondere la notizia in ogni luogo di lavoro e dare le indicazioni impartite dalla Direzione Nazionale del sindacato.
Su un fatto che in Italia sarebbe stato confinato alle singole responsabilità, il SATSE ha saputo cogliere il malessere dell’intera categoria, denunciando al governo e all’opinione pubblica le pericolose situazioni lavorative a cui gli infermieri sono esposti, ed esprimendo al contempo il cordoglio alla famiglia e l’impegno quotidiano degli infermieri a garantire l’assistenza sanitaria alla popolazione nonostante le enormi difficoltà.
Nel testo del comunicato ufficiale si legge che gli infermieri sono indignati per il trattamento che ha ricevuto la loro professione. Rivendicano l’adeguamento della dotazione organica infermieristica alla media europea. Criticano la Ministra per non aver preso le difese della professione. Denunciano pesanti carichi di lavoro e l’utilizzo dello stesso infermiere impegnato in più dipartimenti nello stesso turno lavorativo. Rivendicano la fine della rotazione indiscriminata e forzata di professionisti tra le diverse unità. L’implementazione di protocolli di inserimento lavorativo per i nuovi assunti. La fine dell’abuso della versatilità professionale a favore della definizione di specialità assistenziali che richiedono particolari qualifiche, a vantaggio dalla sicurezza dei pazienti e della salute dei lavoratori.
Infine ringraziano i cittadini e le organizzazioni che si sono mostrate solidali e sostenuto la collega e la categoria. Invitano tutti gli infermieri a tenere alta l’attenzione e denunciare le situazioni di pericolo professionale derivanti da cattive condizioni lavorative.